La carta artigianale di gelso: lavorazione e nuove linee

Riciclata, fatta a mano, con inserti di fiori o creata a partire da erbe e piante come il gelso: la carta artigianale va oltre il modesto foglio bianco per diventare un’arte a sé, utilizzando materiali raccolti dalla natura.
La carta di gelso è morbida, lucente e delicata proprio come la seta, infatti, come il prezioso tessuto, deriva dalla pianta del gelso. Dalla corteccia di questa pianta si possono ricavare fibre morbide e resistenti che lavorate a mano danno vita a prodotti originali, ecologici, colorati con tinte atossiche, a basso impatto ambientale e conformi alle normative europee. A tramandarsi la conoscenza di una simile delicata lavorazione sono alcuni gruppi di artigiani thailandesi, tra cui quelli di Simply Decor, una organizzazione famigliare nata e supportata dallo storico partner TDC. E’ una piccolissima realtà che vende qualcosa nei circuiti turistici locali ma ha pochissime possibilità di esportare. Negli ultimi anni è, purtroppo, molto diminuita la richiesta di prodotti dipinti a mano e diminuiscono sempre di più i ragazzi interessati a fare un lavoro di questo tipo, perchè richiede abilità, pazienza e tempo. Sostenere i prodotti in carta di gelso contribuisce a mantenere vivo questo piccolo circuito economico che include tanti artigiani del territorio e valorizzare una tecnica produttiva e decorativa di grande tradizione.

LA PRODUZIONE DELLA CARTA

La carta di gelso che distribuiamo è interamente realizzata a mano, con un processo lungo e delicato. Innanzitutto l’artigiano raccoglie la corteccia di gelso e la mette a bagno per molto tempo in modo da farla ammorbidire. Da questa fase di ottiene una sorta di poltiglia densa e grumosa che viene uniformata e livellata attraverso dei setacci. Se deve risultare colorata in questa fase si aggiungono tinte o petali di fiori, a seconda di ciò che si vuole ottenere. A questo punto l’impasto viene separato dall’acqua e messo ad asciugare al sole.

LE LINEE
Linea macramè: carta dal delicatissimo effetto pizzo, realizzata attraverso un calco manuale applicato su un sottilissimo strato di impasto di carta ancora fresco, in modo che i disegni e i contorni si vengano a creare durante l’asciugatura e restino volutamente leggeri, diafani, non definiti per dare appunto l’effetto di un merletto.

Linea a pressione: ha un effetto quasi di bassorilievo, ottenuto grazie a degli stampi applicati a mano su uno strato spesso di impasto quasi secco, in modo che attraverso la pressione si creino dei segni ben definiti e in rilievo.

Linea a intaglio: con elementi intagliati per ottenere effetti particolari e composizioni intarsiate con vari tipi di carte.

Linea batik: sulla carta si realizzano i disegni con un pennellino imbevuto di cera, applicandola sulle parti che non si vogliono colorare. Quando la cera si è asciugata si procede alla colorazione a cui segue l’asciugatura e l’eliminazione della cera con il calore.

Linea petali: quando l’impasto di carta è ancora sul setaccio ed è ancora morbido si inseriscono petali di fiori che creano in modo naturale dei pattern sempre diversi.

GUARDA TUTTI I NUOVI PRODOTTI IN CARTA DI GELSO

Giocare con la musica

La musica è un bene di tutti, come l’acqua l’aria, il cielo. La musica sviluppa le capacità di attenzione e concentrazione, favorisce la capacità di autoespressione, sviluppa immaginazione e creatività, indirizza all’ascolto e al rispetto dei linguaggi altri e altrui, è un terreno privilegiato per vivere la dimensione della multiculturalità.
La musica e in particolare gli strumenti musicali prodotti da organizzazioni del Sud del Mondo sono al centro di questo percorso pensato come stimolo per incontrare e capire affascinanti materiali sonori, a volte tanto misteriosi (nel loro utilizzo soprattutto) quanto preziosi. Conoscerli significa riuscire a farli apprezzare anche a coloro che entrano in Bottega, alle scuole, valorizzandoli come strumento non solo didattico in senso stretto, ma veicolo di educazione alla mondialità, all’ascolto e al rispetto per tutti i linguaggi prodotti dal pensiero e dalla creatività umana, in ogni punto del pianeta.

Per aiutarvi a conoscere, utilizzare e far utilizzare gli strumenti (ne sono appena arrivati di bellissimi, guardate qui) abbiamo preparato per voi un ebook da scaricare in pdf con proposte di giochi e spiegazioni. Non tutti gli strumenti corrispondono (dipendono dagli arrivi e dalle giacenze) ma gli stimoli proposti potranno servirvi per adattare ciò che avete a disposizione e creare nuove attività in base alle vostre esigenze.

SCARICA EBOOK STRUMENTI IN TUTTI I SENSI

Oli essenziali La Saponaria: benessere naturale per il corpo e la casa

Lavanda, cannella, tea tree, arancio, menta e limone: sono le tipologia dei nuovi oli essenziali prodotti da La Saponaria che vi proponiamo. Sono oli puri al 100%, ricavati per distillazione in corrente di vapore (tranne l’arancio che è ottenuto per spremitura), in modo da mantenere tutte le loro proprietà. Possono essere utilizzati sia nei vaporizzatori, sia nelle creme (aggiungendone qualche goccia per rafforzarne le caratteristiche).

Gli oli
Cannella: adatto a tutti i tipi di pelle, ha spiccate proprietà antisettiche ed energizzanti per corpo e mente.
Lavanda: rigenerante e riparatore per cicatrici e piccole infezioni cutanee. Calmante e sedativo, favorisce il sonno e allontana le tensioni nervose.
Tea tree: antibatterico e antivirale a largo spettro per eccellenza. Utile nei casi di acne, infezioni della pelle e infezioni delle vie urinarie. Tonificante e stimolante per la mente.
Arancio: calmante e riequilibrante, regala buon umore e ottimismo. Antisettico per pelli impure e tonico dell’epidermide. (Attenzione: foto sensibilizzante).
Menta: antinfiammatorio, calmante, cicatrizzante.
Limone: astringente, purificante, antisettico, drenante.

Palam: profumo di solidarietà

saponi solidaliUna catena solidale e profumata unisce l’India all’Italia e la storia di due realtà storiche del commercio equo italiano: è Palam, la linea di saponi prodotta dal Palam Rural Centre e introdotta nel circuito del commercio equo all’inizio degli anni 90 da Equoland. Ajanta, questo il nome della linea a quei tempi, ebbe un grandissimo successo ed Equoland sviluppò delle relazioni eque e solidali che permettono ancora agli artigiani di lavorare con continuità.
Tuttavia per le difficoltà legate alla crisi economica, Equoland non è più riuscita dare più il suo sostegno a Palam e dal 2011 Ad Gentes ha avviato la collaborazione con Palam proprio al fine di mantenere vivo un progetto di notevole spessore sociale in una delle comunità povere dell’India.

I saponi Palam sono disponibili in 11 differenti profumazioni (rosa, sandalo, limone, neem, lilium, lavanda, indian chai, miele, tè verde, mela verde, arancio) e sono prodotti impiegando essenze e oli vegetali reperibili sul mercato locale. Non contengono coloranti e per la loro produzione non si utilizzano processi di stabilizzazione tossici, per finire, anche la confezione, in carta riciclata, è fatta a mano da artigiani indiani.

TUTTI I SAPONI QUI

Pietra saponaria: l’arte della decorazione di precisione

pietra saponaria decorazioni
La pietra saponaria abbonda nelle cave della regione di Kisii, un fertile altipiano ad una cinquantina di chilometri dal lago Vittoria: porosa e morbida da lavorare, permette di creare oggetti di rara bellezza, attraverso un processo produttivo che coinvolge sia gli uomini che le donne dei villaggi.
LA LAVORAZIONE
Dopo l’estrazione la pietra viene tagliata in blocchi grandi come l’oggetto che si vuole ottenere, intagliata a mano con strumenti semplici secondo una tecnica antica tramandata di padre in figlio, infatti estrazione e scultura sono le fasi del lavoro di cui si occupano gli uomini.
Le donne invece rifiniscono gli oggetti immergendoli in acqua e levigandoli con una spugnetta abrasiva, finchè diventano lucidi e perfettamente lisci. La luce si riflette morbidamente su queste superfici perfette, piacevoli da guardare e da toccare.
Una volta levigati gli oggetti possono essere o lasciati nel colore bianco/rosa della pietra al naturale, oppure colorati e decorati.
LA DECORAZIONE
I motivi decorativi sono molti e vari: geometrici e floreali, stilizzazioni di scene di vita quotidiana e tradizionale, astratti e delicati.
Principalmente i tipi di decorazione sono tre: colore, intaglio, disegno, spugnatura, ciascuno dei quali richiede molta attenzione e cura, creatività e precisione.
Il colore viene steso sull’oggetto subito dopo la fase di levigatura: una tinta densa e cremosa viene spalmata sulla superficie e a seconda del colore naturale di base, si possono ottenere risultati finali leggermente diversi, che non sono imperfezioni, ma pregi, garanzie della artigianalità e unicità di ogni pezzo.
Dopo il colore si può ulteriormente decorare l’oggetto in saponaria incidendo con un punteruolo dalla punta sottile e finissima piccoli segni a forma geometrica o floreale, che risulteranno del colore naturale della pietra, con un piacevolissimo effetto a contrasto. E’ un lavoro molto delicato, di grande precisione.
Gli intagli possono, inoltre, essere ulteriormente valorizzati e completati da segni realizzati con pennelli a punta fine, con risultati di estrema raffinatezza.
Un’altra tecnica decorativa utilizzata dagli artigiani di Kisii è quella chiamata “sponged“: sulla base colorata viene spugnato o spruzzato un altro colore, a contrasto o leggermente più scuro, con un effetto delicatamente marmorizzato.

I prodotti in pietra saponaria