Dallo Sri Lanka una storia …al telaio!

zainetto selynTanto colore, pazienza e abilità per realizzare gli accessori per bambini più allegri che ci siano: così nascono i prodotti in cotone di Selyn, dello Sri Lanka, organizzazione storica del commercio equo, fondata nel 1994 da Sandra Wanduragala, una tenace e coraggiosa avvocatessa. Partita con 4 telai e 15 artigiani ora Selyn conta più di 1000 membri e vende in tutto il mondo. Una bellissima storia, quella di Selyn, di commercio equo, valorizzazione delle tradizioni e creatività.
Sandra è una donna forte e solare, capace di grandi sogni e di metterli in pratica al servizio della sua gente. E’ così che ha dato vita a una organizzazione che a oggi ha più di 1000 membri, il 97% delle quali sono donne. Nel 1991 Sandra, da poco laureatasi in legge, in un vecchio casolare donatole dal padre in occasione del suo matrimonio, fondò Selyn, una piccola manifattura con soli tre telai. Oggi Selyn ha spostato la sede nella cittadina di Kurunegala e ha all’attivo più di 16 laboratori famigliari, pensati in un ottica di sviluppo delle piccole comunità e di creazione di benessere locale.
Continua a sostenere Selyn attraverso i suoi bellissimi prodotti! Li trovi qui

I principi del fair trade: equità di genere e libertà di associazione

upavimIn occasione del Maggio Equo stiamo proponendo sulla nostra pagina FB un viaggio attraverso prodotti e progetti che raccontino come noi di altraQualità viviamo i 10 principi del Fair Trade secondo WFTO. Oggi è il giorno del sesto principio, quello che evidenzia la parità di genere e la libertà di associazione. Per rappresentarlo abbiamo scelto UPAVIM, un progetto molto bello, attraverso cui le donne di una città difficile e violenta come Città del Guatemala, sono riuscite a fare fronte comune alle numerose difficoltà e miserie e a darsi una possibilità di vita serena. Tra le tante, vi raccontiamo la storia di Angela, una storia tristemente comune a Città del Guatemala, perché fatta di cicatrici indelebili lasciate dalla violenza sulla pelle e nel cuore. Angela, infatti, prima di conoscere Upavim era vittima di un marito violento che non dava tregua a lei e ai 3 figli. Grazie al sostegno di Upavim e al lavoro come artigiana, però, Angela ha potuto lasciare il marito e ricostruirsi una nuova vita, crescendo anche professionalmente: entrata come artigiana ora si occupa dell’amministrazione ed è vice-presidente. Il supporto dell’associazione è stato fondamentale anche in un altro momento durissimo della sua vita, quando la figlia venne assassinata in strada da una banda. Angela adesso non è sola e non lo sarà più: UPAVIM è riuscita ad aggregare molte donne indifese (ora son 63 socie di cui 50 artigiane) aiutandole a costruire un futuro di speranza in un luogo attraversato da una violenza che non risparmia nessuno.

Filiera responsabile e trasparente: come nasce una collezione Trame di Storie


Il secondo principio del fair trade secondo WFTO è che ogni prodotto e progetto deve nascere e svilupparsi secondo una filiera responsabile e trasparente, in cui sia possibile rintracciare ogni passaggio e ogni persona coinvolta. Vogliamo mostrarvi come noi vediamo questo principio raccontandovi come nasce una collezione Trame di Storie, perché rappresenta bene il nostro metodo di lavoro e come applichiamo i principi di responsabilità e trasparenza alla filiera produttiva.

1.La relazione con i produttori
Ogni collezione è frutto innanzitutto di una relazione costante e diretta con i partner produttori di India, Bangladesh, Vietnam, Colombia. Per consolidarla anno dopo anno, una o più persone dello staff di altraQualità visitano i partner inclusi nel progetto, verificando le condizioni di lavoro, si documentano sui metodi e sulle tecniche produttive (dalle materie prime utilizzate alla loro versatilità, dalle tecniche di tintura a quelle di tessitura). In questa fase vengono raccolte tutte le informazioni che serviranno poi a creare dei modelli compatibili con i materiali e con le abilità dei partner produttori.
Solo una relazione di questo tipo può dare vita a un rapporto creativo ed empatico che permettere di superare le problematiche legate alla differenza culturale, alle diverse modalità produttive e alle condizioni di lavoro e di vita.
2. L’elaborazione creativa
In questa fase la designer di altraQualità crea i modelli, individua i tagli e sceglie i tessuti. Così nascono i primi bozzetti che andranno a comporre la collezione. Vengono poi contattati i produttori cui viene commissionata la fornitura di pezzature dei materiali e delle tinte richieste.
3. La mediazione e la realizzazione
La fase di realizzazione dei modelli è un lavoro anche di “mediazione culturale”, tra le modalità di produzione dei produttori e i nostri standard sartoriali. La sarta realizza un modello per ciascuno dei disegni creati dalla designer procedendo ai necessari adattamenti. Successivamente la nostra modellista sviluppa le taglie e crea i cartamodelli nel modo più preciso e comprensibile possibile.
4. La prova e la qualità
Modelli e cartamodelli sono inviati ai produttori i quali realizzeranno a loro volta dei campionari, in tutte le taglie, da inviarci per verifica. Nel caso si riscontrino imperfezioni, queste vengono comunicate al produttore per iscritto e, se del caso, vengono nuovamente inviati i modelli corretti, sulla base dei quali essi procederanno a produrre ed inviare nuovi campioni.
5. La produzione
Una volta ricevuti tutti i campioni corretti, si procede all’ordine e viene avviata la produzione che richiede all’incirca 4 mesi di lavoro da parte dei nostri partner.

E dopo? Le storie dei sopravvissuti al Rana Plaza: Asma

Continuiamo con la traduzione dell’articolo di Taslima Akhter per il Fashion Revolution blog, sulle storie di chi è sopravvissuto al crollo del Rana Plaza (qui in originale).

Quattro anni fa, Asma cuciva seduta al fianco di decine di altre persone per la Phantom Garments, fabbrica di abbigliamento al quarto piano del Rana Plaza. Dopo aver lavorato per qualche ora, il mondo le è crollato letteralmente addosso. Asma rimase sepolta sotto le macerie per 3 giorni, costretta a bere le sue urine per non morire di sete.

Dopo essere stata salvata ha ricevuto un risarcimento di 200.000 Takas (£ 1950), che ha usato per rimettere in sesto se stessa, la sua vita e quella del figlio Arif. Asma era infatti sola a affrontare quella tragedia, perchè suo marito se ne era andato due anni prima, molto probabilmente perchè non guadagnava abbastanza. Asma non può tornare al suo vecchio lavoro alla macchina da cucire: la fabbrica è un trauma che non riesce a affrontare. Attualmente guadagna 4.000 Takas (£ 46) al mese come collaboratrice domestica, lavorando in due diverse famiglie vicino al luogo dove crollò il Rana Plaza quattro anni fa.

Ora il figlio di 13 anni guadagna più di Asma. Oltre all’affitto di qualche migliaio di Takas, Asma e Arif inviare 1.500 Takas (£ 15) ogni mese alla figlia Sumaya, che vive con altri parenti nel villaggio natale di Asma.

Come molte donne che hanno lasciato le loro case in cerca di lavoro, Asma, che ha 29 anni, sogna di tornare al suo villaggio natale a vivere in una casa tutta sua, con un piccolo pezzo di terra. Ma i suoi ricordi ancora tenerla sveglia durante la notte. Alla fine di febbraio 2017, le condizioni di Asma sono peggiorate ed è stata ricoverata in ospedale. I dottori le hanno diagnosticati disturbi da malnutrizione e un trauma profondo. Così ora lei deve rimanere in ospedale e recuperare. Suo figlio Arif è l’unica persona che si prende cura di lei.

Toda vida: la nuova linea alla frutta dalla Colombia


Toda Vida è una nuova linea di prodotti alimentari a base di frutta, prodotti da Vidfruit, una piccola impresa colombiana che trasforma, attraverso processi artigianali, varietà locali di frutta, per difendere e valorizzare la ricchezza della biodiversità colombiana e immettere sul mercato prodotti sani e di alta qualità.
La Colombia è la terza nazione dell’America Latina per numero di ettari coltivati ad alberi da frutta. Uchuva, lulo, acai sono tra i frutti più particolari, ingredienti perfetti per confetture e creme golose e delicate.

CONFETTURE EXTRA DI FRUTTA – BIOLOGICHE
Quattro confetture extra con il 70% di frutta biologica e meno di30 grammi su 100 di zucchero.
Queste confetture sono l’ideale per una colazione o merenda golosa e sana, con pochi zuccheri, per realizzare e guarnire dolci e sono deliziose con i formaggi.
Le porzioni che proponiamo sono in vasetti da 260 grammi ciascuno, una confezione che permette il giusto consumo nel tempo una volta aperta.
Piccola nota sulla conservazione delle confetture extra di frutta: non contengono conservanti quindi una volta aperte vanno messe nel frigorifero e consumate entro qualche giorno per non perdere la qualità ed il sapore.

Confettura extra di uchuva (physalis peruviana) biologica
Ingredienti:
uchuva (physalis peruviana)*(70%), zucchero di canna*. Gelificante: pectina. *Biologico

L’uchuva o alchechengi peruviano, anche detto “frutto d’oro”, si coltiva nel piano termico freddo colombiano tra le regioni di Boyaca, Cundimarca e Narino. Ha un sapore agrodolce, che la rende deliziosa sul pane tostato e perfetta in abbinamento ai formaggi. Delicata e golosa, può sostituire le marmellate di agrumi in torte e crostate.

Confettura extra di mango e passion fruit biologica
Ingredienti:
mango* (52,5%), passion fruit* (22,5%), zucchero di canna*. Gelificante: pectina. *
Una confettura delicata e profumata, perfetta per merende e colazioni, torte e dessert, ma anche per preparare golosissimi smoothie: basta frullarla insieme a un po’ di latte (vaccino o vegetale) e servire fresco.

Confettura extra di lulo biologica
Ingredienti:
lulo* (Solanum quitoense) (70%), zucchero di canna*. Gelificante: pectina. *Biologico
Il lulo è un frutto che somiglia a una piccola arancia, la buccia esterna è arancione, ma, una volta tagliato, nell’aspetto ricorda un pomodoro verde. Il sapore è delicatamente aspro, a metà tra l’ananas e il limone, molto gradevole e rinfrescante, perfetto per essere spalmato sul pane tostato o in abbinamento a formaggi stagionati.

Confettura extra di acai biologica
Ingredienti
bacche di acai*(75%), zucchero di canna*. Gelificante: pectina. *Biologico

L’açai (si legge assaì) è una specie di frutto dell’açaizero, una palma fruttifera che cresce spontanea nella zona nord della foresta pluviale amazzonica. Raggiunge anche un’altezza di 25 metri e gli indigeni nativi sudamericani sono secoli che la conoscono e ne han sempre raccolto e mangiato i frutti, piccole bacche di colore violaceo dalla polpa granulosa e dal grosso nocciolo interno.
Il frutto è autorigenerante, non richiede quindi una coltivazione, e matura dal mese di luglio fino al mese di dicembre circa. Le bacche di acai contengono molti principi nutritivi come fibre, calcio, fosforo, proteine, vitamine C, E, B1, B2, B3 e acidi grassi Omega-9 e Omega-6.
Per suo sapore delicato e fresco, la confettura extra di acai si presta a essere consumata su fette di pane tostato, come ripieno di torte e crostate e in abbinamento a formaggi stagionati.

CREME ALLA FRUTTA CON STEVIA REBAUDIANA, SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI
Due golose creme spalmabili alla frutta con stevia rebaudiana, un’erba che dolcifica in modo completamente naturale e non ha calorie. La stevia cresce spontaneamente in Paraguay e Brasile, dove viene da sempre utilizzata dalle popolazioni locali al posto dello zucchero. Golose e delicate sono perfette per chi desidera una merenda o colazione ipocalorica e preparare dolci leggeri.

Frutti gialli
Ingredienti:
mango, passion fruit, ananas. Edulcorante: glicosidi steviolici. Gelificante: pectina.

Frutti rossi
Ingredienti:
mirtilli, fragole, mirtilli andini, lamponi. Edulcorante: glicosidi steviolici. Gelificante: pectina.

DRESSING BIO
I dressing biologici TodaVida sono condimenti cremosi e leggeri, delicatamente piccanti, a base di frutta esotica, erbe e spezie. La gomma di guar è un addensante completamente naturale che si ricava dai semi di una pianta erbacea delle leguminose, la Cyanopsis tetragonaloba e dona ai dressing una consistenza vellutata, perfetta per abbinamenti con carni, verdure e altre salse.
I dressing possono essere utilizzati tal quali oppure mixati a olio o yogurt per salsine delicatissime perfette per insalate golose, carne e pesce, formaggi stagionati.

Lulo e spezie – medium hot
Condimento a base di lulo e spezie biologico
Ingredienti:
lulo (Solanum quitoense) (75%)*, peperoncino*, basilico*,timo*, cardamomo*, zucchero*. Addensante: gomma di guar*. * Biologico
CARATTERISTICHE
Una salsa agrodolce e piccante in cui prevale l’aroma agrumato del lulo, abbinato a un mix di spezie dal profumo intenso. Perfetta per insaporire carne, pesce e per arricchire salse a base di yogurt.

Mango e spezie – medium hot
Condimento a base di mango e spezie biologico
Ingredienti:
mango* (75%), peperoncino*, basilico*,timo*, rosmarino*, zucchero*. Addensante: gomma di guar*. * Biologico
CARATTERISTICHE
Una salsa vellutata e piccante in cui prevale la dolcezza del mango, abbinata a un mix di spezie dal profumo intenso. Perfetta per insaporire carne, pesce e per arricchire salse a base di yogurt

Açai piccante – medium hot
Condimento a base di açai (Euterpe oleracea) biologico
Ingredienti:
açai (Euterpe oleracea) (75%)*, peperoncino*, zucchero*. Addensante: gomma di guar*. * Biologico
CARATTERISTICHE
Una salsa dolcemente piccante in cui prevale l’aroma leggermente acidulo dell’açai. Perfetta per insaporire carne, pesce e per arricchire insalate.

Uchuva piccante – medium hot
Condimento a base di uchuva (Phyisalis peruviana) biologico
Ingredienti:
uchuva (Phisalis peruviana) (75%)*, peperoncino*, zucchero*. Addensante: gomma di guar*. * Biologico
CARATTERISTICHE
Una salsa dolcemente piccante in cui prevale l’aroma agrumato dell’uchuva. Perfetta per insaporire carne, pesce e per arricchire insalate.

SCARICA E STAMPA LA SCHEDA