Le donne di Dinderessò: il profumo della speranza

saponi di dindiridesso
Saponi artigianali, realizzati a mano con ingredienti naturali e confezionati nelle caratteristiche stoffe locali: sono i saponi di Dindiresso, il nuovo bellissimo progetto che abbiamo accolto nel nostro catalogo.
I saponi vengono realizzati nel villaggio di Dinderessò a 20 Km da Bobo-Diuoulassò, dove l’assemblea del villaggio ha donato il terreno dove sorge oggi il laboratorio. Dinderessò è un villaggio di circa 1000 abitanti di etnia Bobo. A oggi non esistono né rete idrica, né rete elettrica. Il villaggio vive di un economia rurale, basata su un’agricoltura di sussistenza (miglio e mais) e sull’allevamento. Le donne sono l’ asse portante della vita economica e sociale, lavorano dentro e fuori casa.
Qui opera da cinque anni l’associazione Kolon Kandya Italia Onlus che condivide il suo percorso con l’assemblea del villaggio e che ha avviato, partendo dalla richiesta delle donne, il laboratorio per la produzione di sapone artigianale, loro grande speranza per un futuro migliore, specialmente per i loro figli.

Grazie al lavoro al saponificio, le donne non sono più costrette a cercare, per sfamare la famiglia, impieghi saltuari che spesso le portano a vivere di piccoli commerci, in particolare di carbone e di legna da ardere; vere e proprie piaghe per l’ eco-sistema locale. Attualmente sono impiegate 15 donne che così riescono a sostenere le loro famiglie (all’incirca hanno ciascuna una decina di persone a cui provvedere).

I tempi di lavoro nel saponificio rispettano i mille impegni domestici che le donne devono affrontare ogni giorno a Dinderessò. Tutto è manuale, tutto è fatto con l’entusiasmo e la cura che sta in una comunità semplice che quando accetta di partecipare ad un progetto, lo fa con il cuore.
Il lavoro è suddiviso tra due due gruppi di donne, uno che che produce e taglia sapone e poi un ulteriore gruppo che lo confeziona.

Il laboratorio e la vendita del sapone contribuiscono a finanziare anche le attività di coesione sociale legate ai progetti, come lo spazio preso in affitto nella vicina città di sui minori nella città di Bobo-Dioulassò dove vengono svolte attività per bambini e ragazzi tra i 4 e i 20 anni: laboratori sportivi, artistici (scuola di percussioni, laboratori di colore), sostegno per combattere la dispersione scolastica e borse di studio ai più meritevoli.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento




Il tuo commento: