Tutto Cyclus (parte seconda): il design come responsabilità sociale

la nuestra colombiana L’incontro con Ximena, una delle fondatrici di Cyclus è stato ricco di spunti, in particolare sulla funzione sociale e ambientale del design. Infatti per come lo intendono nell’azienda colombiana che ha fatto del recupero delle camere d’aria una linea di borse di grande successo, il design deve creare oggetti belli, funzionali, con una forte coscienza sociale ed ambientale.
A Cylus, infatti, la camera d’aria non è l’unico materiale di riciclo utilizzato: molto interessante è infatti il lavoro di recupero artistico dei sedili dei Transmillenium, i moderni autobus che attraversano tuttà Bogotà. Poiché il sedile è composto da un unico pezzo di plastica quando si rompe viene gettato: allora Cyclus lo recupera, lo pulisce e lo fa dipingere a un giovane artista locale. La seduta “creativa” si trasforma così in una sedia unica nel suo genere.Anche l’impatto sociale è importante per questi designer, infatti uno dei progetti a cui tengono maggiormente, spiega Ximena, è quello con le donne di Putumayo (una delle regioni interessate dal Plan Colombia dove forte è la presenza delle Farc, al confine tra Ecuador e Perù) che realizzano tessuti secondo una antichissima tradizione artigianale che rischia di scomparire. Sono i simboli degli sciamani e le antiche cosmogonie i soggetti di questi teli dai colori sgargianti creati a mano all’uncinetto o al telaio e che Cyclus ha iniziato a utilizzare nelle proprie collezioni. Infatti per ciascuna borsa arricchita dall’inserto in tessuto di Potumayo il 40% del prezzo di vendita va alla donna che lo ha realizzato. Così si mantiene viva una tradizione e si contribuisce allo sviluppo socioeconomico di quella difficile zona della Colombia. Anche con i dipendenti, spiega Ximena soddisfatta, c’è un bellissimo clima: Cyclus è come una famiglia, dove ogni compleanno viene festeggiato insieme e c’è sempre un pensiero per tutti. A capodanno hanno persino affittato una finca (una specie di fattoria) per stare in compagnia. Gli stipendi sono più alti del minimo salariale previsto in Colombia e in base al rendimento e al lavoro a fine mese viene dato un bonus in busta paga. È proprio vero, allora, concludiamo ridendo con Ximena, che dove si sta bene, nascono anche le cose più belle!

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento




Il tuo commento: