Waasapatsha, ciabattine ribelli (ed equo solidali)

I Wayuu sono un popolo fiero: non sono mai stati sottomessi dagli spagnoli e si tramandano con orgoglio le proprie antiche tradizioni. Vivono tra Colombia e Venezuela e parlano il wayuunaiki. Waasapatsha è una parola di questa antica lingua e indica le particolari calzature indossate dalle donne e solitamente da loro anche prodotte. Waasapatsha è anche il nome che un gruppo di artigiane ha scelto per far conoscere oltre la Colombia queste allegre , realizzate in cotone (al telaio), con pon pon e suola in camera d’aria riciclata. Le donne lavorano in alcune stanze della scuola locale e sono supportate nella commercializzazione, controllo qualità e sviluppo prodotto dalla Fondazione Creata, nata da un progetto dell’organizzazione internazionale Aid To Artisan. Anche Waasapatsha fa parte del progetto El Otro Plan Colombia per lo sviluppo delle realtà imprenditoriali colombiane sostenuto in collaborazione con Sapia.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento




Il tuo commento: