Archivio per la categoria 'merchandising, regali aziendali,fund raising'

La “meglio gioventù” scende in piazza con t-shirt equo solidali

E se vale la pena rischiare, io mi gioco anche l’ultimo frammento di cuore. Con questa frase di Ernesto Che Guevara stampata sulle t-shirt il 16 giugno a Roma sono scesi in piazza giovani precari per protestare contro la riforma del lavoro del Ministro Fornero. E con loro altraQualità! Ma dove? Proprio con le magliette che indossavano: coerenti con il messaggio di ricerca di giustizia e parità gli organizzatori hanno scelto le t-shirt equo solidali del nostro progetto Promoetica, realizzate in una manifattura etica del Bangladesh in cui abbiamo attivato anche un progetto sanitario per garantire assistenza medica gratuita, medicinali e un fondo per le emergenze a tutti i lavoratori e le lavoratrici.

graficAttiva 2012: t-shirt ribelli

Quest’anno con graficAttiva, la nostra linea di t-shirt, abbiamo pensato di proporre un messaggio più “politico” perché forse è il momento in cui ha senso farlo. Un momento in cui i cittadini del college papers for sale nostro Paese insieme ad altri, forse a quelli di tutto il mondo, vivono in balia di un potere forte e pervasivo, quello dei grandi operatori finanziari e dei loro “tecnici” e di un modello economico agli antipodi di quello che il commercio equo cerca di costruire. E’ dunque il momento di tornare a proporre con forza rinnovata il nostro messaggio come alternativa alla “schiavitù finanziaria” che ci si prospetta.
Per farlo iniziamo dai messaggi delle T-shirt: pungiglioni colorati per animare la gente che le indossa e coloro che le guardano. Perché questo è decisamente il momento di svegliarsi!
Le t-shirt sono tutte in cotone e realizzate secondo i criteri di giustizia del commercio equo da Aarong e AKH, del Bangladesh. Tre modelli (unisex e donna “Non mi avrete mai come volete voi” e unisex “Dal 1948 sana e robusta costituzione) sono anche certificati fairtrade in cotone biologico. Le grafiche sono realizzate in collaborazione con Agitprop, una piccola impresa di Pescara che ha scelto di schierarsi e proporre messaggi politici attraverso le t-shirt, tanto da scegliere come motto: “Merchandise to change the world”. Agitprop garantisce elevati standard sia dal punto di vista della sicurezza sul lavoro dei dipendenti che del tipo di prodotti da utilizzare.

I messaggi:
People before profits
(Per ricordare che l’economia è nata per essere al servizio delle persone)

La cosa più bella che puoi fare per te è fare qualcosa per gli altri
(Nel commercio equo lo pensiamo da sempre)

Non mi avrete mai come volete voi

No oil
(Il tempo del petrolio è finito, pensare ad un mondo senza di lui è necessario e…bello!)

Dal 1948: sana e robusta costituzione

Fuori dal gregge

Gli auguri di ManiTese con le t-shirt equo solidali di Promoetica.com

Festeggiamo le foreste ( e la sorpresa equo solidale)

10 anni di credibilità, trasparenza, efficienza. 10 anni in difesa delle
foreste
, promuovendone una gestione corretta e responsabile. Il Forest Stewardship Council (FSC), sistema di certificazione forestale credibile, indipendente e rigoroso, festeggia il suo primo
decennale di attività in Italia.
E lo fa domani, 16 dicembre a Padova con una giornata tutta dedicata alle foreste: convegni, incontri, stand informativi e uno spettacolo che non poteva che intitolarsi “Alberi”.
Attenta a ogni dettaglio FSC Italia ha scelto borsine in cotone prodotte da una manifattura etica in Bangladesh seguita da Aarong, la più grande ong del paese e distribuite da noi con il progetto di merchandising etico Promoetica.com.
Auguri FSC Italia! e altrettanti di questi giorni!

Promoetica con UNHCR

Mutamenti climatici e migrazioni di popoli sono, ne abbiamo già parlato, strettamente connessi. Un recente allarme dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati António Guterres avverte della crescente minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale arrecata dal mutamento climatico e dalle sue interazioni con altri fattori che provocano migrazioni forzate. “Porsi la domanda ‘quante persone saranno costrette ad abbandonare le proprie case a causa del cambiamento del clima?’ serve a poco e riflette una visione semplicistica. Noi vogliamo invece affrontare la più complessa questione di come il riscaldamento globale, l’innalzamento del livello dei mari, il mutamento dei cicli atmosferici e altre manifestazioni del cambiamento climatico stiano interagendo con altri squilibri globali, rinforzandoli e producendo alcuni potenti fattori di instabilità, conflitto, migrazioni forzate”. Ora anche il commercio equo sostiene l’UNHCR nel suo lavoro di supporto ai rifugiati: abbiamo infatti realizzato grazie al progetto Promoetica.com una linea di piccoli oggetti per la raccolta fondi dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Sono magliette (Einstein was a refugee: bellissima!), agende e borsine equo solidali per finanziare progetti a sostegno dei rifugiati in tutto il mondo. Ci sono anche le tovagliette in plastica riciclata, prodotta in Italia dai rifugiati del progetto SCART – Fondazione Spiral (non è un nostro progetto, ma ci piace molto comunque!). Trovate tutto sulla pagina fb di UNHCR Italia.